Benvenuti

 

Dal Rettore

“Ma, in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di colui che ci ha amati. Infatti sono persuaso che né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future, né potenze, né altezza, né profondità, né alcun’altra creatura potranno separarci dall’amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.”             (Romani 8:37-39).

Queste sono le parole che San Paolo scrisse ad alcuni seguaci di Cristo che si trovavano a Roma, il cuore di un impero di vasta portata, esteso in tutto il Mediterraneo e oltre. Da persecutore radicale di coloro che seguirono le orme di Gesù di Nazareth, proclamandolo come il Cristo, Paolo divenne ben presto uno dei suoi più grandi sostenitori. L’apostolo fu trasformato dall’amore di Dio vissuto in Cristo Gesù, e volle che altri sperimentassero la libertà che egli conobbe attraverso la grazia.

Noi che ci riuniamo in questa stessa città 2000 anni dopo condividiamo lo stesso desiderio e la stessa missione. Una missione che ha portato avanti la nostra fede attraverso le generazioni: una fede che è in costante evoluzione e sviluppo anche qui nella Città Eterna.

La nostra comunità di fede, la chiesa episcopale di S. Paolo entro le Mura, si propone di:

Rev. Austin Rios

Il Rev. Austin K. Rios

  • Servire come un centro di trasformazione spirituale in cui tutti sono invitati aincontrare l’amore radicale di Cristo;
  • Far incontrare persone diverse, di diversi stati di fede e dar loro possibilità di azione, di formazione e di sviluppo;
  • Proclamare questo amore nei pensieri, parole e azioni, attraverso la musica, l’arte e l’architettura, l’evangelizzazione, l’ecumenismo, il centro di accoglienza profughi JNRC e attraverso la preghiera, che ci attira verso la vita divina e ci chiama ad amare e servire Cristo nel mondo.

Vi invitiamo a venire e unirvi a noi in questo cammino. Non si deve essere perfetti, come non lo siamo neanche noi: si può essere stati anglicani fin dalla culla, aver servito all’altare da bambini o conoscere i migliori inni. Oppure non sapere neanche cosa voglia dire “Episcopale” e perfino non avere mai messo piede in una chiesa. Indipendentemente dalla vostra condizione di partenza, la nostra comunità è pronta a condividere questo viaggio di trasformazione con voi. Tutto ciò che serve è il desiderio di sapere di più su questo amore radicale di Cristo, e il viaggio avrà inizio.

Unisciti a noi in questa trasformazione. Che tu sia di passaggio a Roma o ne sia un suo abitante, in entrambi i casi, se sei in cerca di una comunità di fede vivace e multiculturale, saremo felici di incontrarti e darti il benvenuto fin da questa domenica.

In Cristo,

F. Austin,
Rettore

Come Partecipare

La Chiesa di San Paolo entro le Mura è servita come casa di preghiera per molti fin dal 1873. Non è solo una meta turistica ma anche e soprattutto sede di una vivace, attiva e diversificata comunità di fedeli.

Tutti sono invitati a partecipare ai servizi di culto e alle attività parrocchiali a San Paolo. Affacciatevi senza timore in qualsiasi momento e particolarmente la domenica per il culto.

Partecipazione

Nel corso del tempo potrai far parte del corpo di questa chiesa in un modo più formale. Senza membri che facciano libere donazioni e partecipino con gioia alla missione di Dio attraverso questa chiesa, noi non potremmo esistere.

Quello che ci aspettiamo dai membri che partecipano al Corpo di Cristo:

a) la frequenza al culto attività e alle attività parrocchiali (il tempo)

b) l’utilizzo dei doni ricevuti da Dio per far avanzare la sua missione attraverso di noi (il talento)

c) la donazione finanziaria effettuata compilando un modulo di impegno. La norma biblica di dare è una decima ( 10%) del proprio reddito. E’ Dio, però, che ci chiama a dare più o meno di una decima in base alle vostre proprie capacità specifiche (il tesoro).

I membri della nostra chiesa hanno trovato la loro fede rafforzata, le amicizie maturate e il cuore rallegrato attraverso la il riconoscimento e la condivisione di queste tre forme di partecipazione.

E’ una gioia dare a Dio attraverso questa chiesa: insieme abbiamo assistito a quanto solo Dio può fare con ciò che liberamente e generosamente doniamo!

Il Reverendo Austin vi aiuterà ad approfondire il senso di appartenenza alla chiesa, a scoprire e discernere i vostri talenti, a comprendere il senso della formula dell’impegno economico e vi potrà guidare verso la scoperta dei ministeri a cui (magari) potreste essere chiamati.

Battesimo, Cresima, Ricezione e Trasferimento di Lettera

L’appartenenza a San Paolo deriva dalla appartenenza al corpo di Cristo. Così l’apostolo ha scritto nella sua prima lettera ai Corinzi: “Come infatti il ​​corpo è uno solo e ha molte membra e tutte le membra del corpo, pur essendo molte, sono un corpo solo, così anche Cristo. Perchè nell’unico Spirito noi tutti siamo stati battezzati in un solo corpo, Giudei o Greci, schiavi o liberi, e tutti siamo stati dissetati da un solo Spirito ” (1 Cor 12,12-13 ).

Il battesimo è un processo che inizia con la catechesi e si celebra si celebra durante la messa principale della Domenica con la comunità riunita, e che poi conduce ad una vita di appartenenza e di responsabilità.

Nella Chiesa Episcopale, battezziamo adulti e bambini con l’acqua santa nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Quando si viene battezzati da bambini, le promesse battesimali sono formulate da uno dei genitori e dei padrini. La conferma è il modo di riaffermare quelle promesse e responsabilità una volta divenuti adulti. Essa serve anche come decisione di vivere quelle promesse battesimali divenendo membro della Chiesa Episcopale. In molte chiese, la cresima viene impartita intorno ai 15-16 anni. A San Paolo incoraggiamo i cresimandi a essere abbastanza maturi per comprendere pienamente il valore della loro scelta, indipendentemente dall’età. Generalmente la cresima avviene dopo  i 16 anni di età, ma può accadere anche molto più tardi in età adulta.

Il vescovo viene appositamente, e la cresima avviene durante la messa domenicale. Solo il vescovo può cresimare nella nostra tradizione, ed è un’occasione gioiosa. Il cammino prevede un periodo di preparazione, come il battesimo, ed è un momento per discernere i propri doni, e il modo o ministero in cui quei doni potrebbero essere esercitati a San Paolo.

Noi crediamo che il battesimo in Cristo ci unisca tutti e che ogni cristiano battezzato, a prescindere dalla tradizione della chiesa, sia libero di essere in comunione con noi. Le persone battezzate in altre tradizioni possono voler diventare formalmente membri della nostra comunità e, in questo caso, possono essere accolti nella Chiesa Episcopale. La ricezione avviene similmente alla conferma (cresima) e la preparazione segue generalmente lo stesso percorso.

Anche un episcopaliano appena trasferito a Roma da un’altra parrocchia può diventare un membro della nostra chiesa ottenendo una lettera transfer dalla parrocchia di provenienza. Ciò è per noi motivo di gioia e siamo pronti a dare tutto il nostro aiuto per l’integrazione nella nuova città e comunità.

Per intraprendere il cammino verso il battesimo, la cresima, o per essere ricevuti formalmente entro la chiesa Episcopale e la nostra comunità sarà naturalmente necessario un incontro con P. Austin. Per informazioni generali e per prendere appuntamenti potete rivolgervi all’ufficio della chiesa:

Via Napoli 58, 00184 Roma
06 488 3339 | office@stpaulsrome.it

Cura Pastorale

Il Rettore e gli altri del personale di S. Paolo sono disponibili su appuntamento per poter conversare in modo confidenziale su questioni  pastorali o spirituali. per un appuntamento, contattare:

Padre Austin – rector@stpaulsrome.it | 339 145 3999
L’ufficio parrocchiale – office@stpaulsrome.it | (39) 06 488 3339

In caso di emergenza pastorale, chiamate il 339 145 3999.